Amtab a pezzi, nuovi sviluppi sulle diatribe interne all’azienda, in particolare per quanto riguarda il discusso accordo tra municipalizzata del trasporto pubblico locale e i sindacati. Ieri è stato infatti firmato il verbale tra tutte le organizzazioni sindacali e il direttore generale Francesco Lucibello.

Molti i punti interessati dall’accordo, a partire dai permessi per assenze secondo la Legge 104 e la donazione di sangue, che daranno diritto alla contrattazione di secondo livello come se fossero presenze effettive ai fini del lavoro.

Il premio di risultato verrà erogato per gruppi e sarà subordinato al raggiungimento di massimo il 10% tra assenze e giornate lavoro. Superata tale soglia, sarà decrementato in maniera proporzionale fino a zero una volta raggiunto l’11%.

Altro punto importante, l’erogazione dell’indennità di produttività non sarà intaccata in caso di infortunio durante la guida degli autobus o, peggio ancora, in caso di aggressione, che a bari purtroppo non è più un evento così raro.

L’importanza della firma sta però altrove, ovvero nella ritrovata intesa tra tutte le sigle sindacali. La strategia tentata dall’azienda di dividerle su posizioni diverse, per avere vita facile durante le contrattazioni, è evidentemente fallita.

Tutto finito dunque? Niente affatto. I sindacati e l’Amtab hanno infatti convenuto di lasciare una porta aperta su tutta un’altra serie di questioni, quali la sicurezza o l’organizzazione aziendale, giusto per citarne alcune, rinviandone la discussione ad apposite riunioni monotematiche.

Stampa Articolo
Loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO