Attivo da oggi 21 ottobre il sistema [email protected], nuovo servizio della Asl Bari per la chiamata automatica e la conferma dell’appuntamento per lo screening per il tumore del collo dell’utero, con il quale gli inviti alle donne arrivano anche tramite smartphone.  [email protected] è la piattaforma regionale per raccogliere via telefono le adesioni ad eseguire sia l’HPV DNA test per le donne di età compresa fra 31 e i 64 anni che il PAP test, per le donne fra i 25 e i 30 anni. In aggiunta alla lettera spedita a casa tramite posta ordinaria, la ASL contatta così le donne che rientrano nella popolazione target dagli screening oncologici promossi dal Dipartimento di prevenzione anche con chiamata e messaggi automatici. “In questa maniera possiamo raggiungere tutte le donne aventi diritto – spiega la dottoressa Chiara Antonia Genco, responsabile dello Screening Cervice Uterina – anche quante fino ad oggi per molteplici ragioni non sono state invitate. Quindi le donne – aggiunge – vengono chiamate sia per lettera a domicilio che attraverso una chiamata automatica con voce registrata per confermare l’appuntamento, e con uno sms il giorno prima dell’esame. Rispondete alle chiamate – conclude la dottoressa – non sono messaggi pubblicitari”.

Il sistema ha come obiettivo quello di superare gli eventuali mancati recapiti delle lettere, e fare anche da memorandum che motiva ulteriormente le donne. Per conoscere meglio lo Screening per la prevenzione del tumore al collo dell’utero, è possibile contattare il Consultorio Familiare più vicino o utilizzare il numero verde 800055955, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30. Si può, inoltre, consultare la pagina del portale  al seguente link https://www.sanita.puglia.it/web/asl-bari/centro-screening.