Ecografie ginecologiche, visite oncologiche e consulenze genetiche. Il team multidisciplinare per i tumori ginecologici del Policlinico di Bari scende in campo per la prevenzione. In occasione della terza giornata mondiale dei tumori ginecologici che ricorre il 20 settembre, gli ambulatori dedicati alla prevenzione e al  trattamento delle patologie oncologiche  a carico di cervice uterina, endometrio, ovaio e vulva saranno a disposizione per controlli e consulti. L’iniziativa si svolgerà il 20 settembre dalle 8 alle 13 e per accedere alle visite è possibile prenotare inviando una mail all’indirizzo [email protected] La segreteria di Acto (Alleanza contro il tumore ovarico) provvederà a ricontattare le pazienti confermando prenotazione e orario delle visita.

Da più di un anno al Policlinico di Bari è operativo il team multidisciplinare per i tumori ginecologici che comprende, oltre agli specialisti di Ginecologia ( Prof. Marco Marinaccio, Prof.ssa Vera Loizzi, Dott. Claudio Lombardi, Dott. Luca Damiani) coordinati dal Professor Ettore Cicinelli, anche i professionisti delle unità operative di Genetica medica (Prof.ssa Nicoletta Resta), Oncologia (prof. Camillo Porta, Dott.ssa Gernone, Dott.ssa D’Oronzo), di Radioterapia (Dott. Michele Piombino, Dott.ssa Annamaria Leo),di  Radiologia (Prof. Amato Antonio Stabile Ianora), di Endocrinologia (prof. Francesco Giorgino, Prof.ssa Annalisa Natalicchio), di Medicina nucleare (prof. Giuseppe Rubini), di Anatomia patologica (Prof. Leonardo Resta, Prof.ssa Gabriella Serio)  e del servizio di Psicologia (Dott.ssa Rosella Lippolis). È disponibile anche un team di infermiere specializzate (Nicoletta Cafagno, Ada Marseglia, Teresa Loverre, Crescenza Cristiano).

Il Policlinico, infatti, garantisce la presa in carico complessiva della paziente seguendola nel percorso di cura che può coinvolge più specialità mediche. “Due volte ogni mese il team multidisciplinare si riunisce per l’analisi dei casi clinici – spiega il direttore della clinica di Ginecologia e ostetricia del Policlinico di Bari, prof. Ettore Cicinelli – per discutere insieme ogni singolo caso di tumore ginecologico e decidere collegialmente il percorso terapeutico adeguato da proporre ad ogni paziente. I tumori ginecologici sono tra i killer più spietati ed ecco perché occorre arrivare subito alla diagnosi. Tra i più diffusi, c’è il tumore al corpo dell’utero che ha un’incidenza del 5,3%; i sintomi principali a seguito dei quali deve scattare l’allarme e bisogna rivolgersi subito al medico sono principalmente il sanguinamento irregolare in perimenopausa o in menopausa o perdite abbondanti con dolore”.