Due migranti sono morti in un rudere in campagna nelle vicinanze di Borgo Mezzanone, l’agglomerato abusivo sorto accanto al Cara. I due pare siano deceduti a causa del monossido di carbonio proveniente da una stufa. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco.

I Carabinieri di Foggia stanno indagando sull’accaduto. Uno dei due uomini è stato identificato. Si tratta di Elvis Bakendaka, camerunese di 37 anni, mentre per la seconda vittima, probabilmente un uomo di origine nigeriana, si aspetta il risultato delle impronte digitali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here