Negli annunci è scritto che il proprietario dell’auto, nel nostro caso una Fiat Grande Punto di colore nero e un’Audi 3 bianca si trovano a Bari e Lecce, ma in realtà le auto starebbero chissà dove in Francia. A trasportarle direttamente a domicilio sarebbero autotrasportatori di Lille e Nizza. Questo dicono dall’altro capo del telefono persone dal chiaro accento straniero, forse nordafricani.

Nei due audio che alleghiamo all’articolo potrete sentire le loro voci, in modo da non cadere nella trappola. Il meccanismo è simile, non si può escludere possa trattarsi della stessa organizzazione. Nel caso della Grande Punto abbiamo contattato su whatshapp lo pseudo proprietario allo 0039.3332443577. Del resto è scritto che il contatto può avvenire solo con whatsapp. L’uomo, sempre al lavoro e quindi impossibilitato a rispondere alle chiamate, rimanda al suo autotrasportatore, un certo Marco Luigi, di stanza a Lille, già pronto con la macchina sulla bisarca. Peccato che dica la stessa cosa a chiunque chiami per avere informazioni.

Il pagamento, 1.500 euro pr la Grande Punto, 2.000 per l’Audi, avviene alla consegna, dopo che un meccanico ha visto l’auto e si può quindi procedere al passaggio di proprietà. Qualche istante dopo aver pattuito la cifra e aver fornito i dati personali, compresi quelli per la consegna, fissata sempre alle 15 del pomeriggio, il proprietario manda un altro messaggio su whatsapp. Riassumendo il concetto: l’avvocato dice che per stare sicuri devi fare un vaglia veloce con parola chiave “famiglia” al consulente finanziario Raffaele Di Stefano, via Sambuci 10, Sant’Antimo (Napoli). Una volta che mandi la copia del pagamento il trasportatore parte per la consegna.

Un pagamento al buio, senza neppure sapere il nome reale del proprietario, quello dell’autotrasportatore o poter avere copia della procura alla vendita fatta dal proprietario al camionista. Ci siamo messi anche sulle tracce dello pseudo consulente, ma non siamo riusciti a trovarlo. Volesse chiarire i nostri numeri e le nostre intenzioni sono reali. L’unica cosa vera dell’indirizzo a cui spedire il vaglia è la via. A Sant’Antimo, infatti, via Sambuci esiste.

Nel caso dell’Audi, invece, a rispondere al telefono è il presunto marito della titolare dell’auto. Ciò che non cambia è la tecnica del raggiro. Navigando in rete, mettendo su google i numeri di telefono trovati negli annunci pubblicati sul noto portale subito.it, abbiamo rintracciato decine di commenti recenti di persone alle quai la combriccola ha tentato di piazzare la sola. Mettono tutti in guardia dagli impostori.

A quanto pare, nella rete qualcuno è già caduto, diversamente non si spiegherebbe perché questa gente continui a tentare di fregare il prossimo in modo così grossolano. Scriviamo per evitarvi la fregatura e quindi gli altri riferimenti a cui prestare attenzione sono il numero del trasportatore della Grande Punto 0033789286848, la sua mail [email protected] e il numero del marito della proprietaria dell’Audi 00393317381989. È probabile che cambino riferimenti, ma ciò a cui dovete prestare la massima attenzione è il meccanismo individuato per rubarvi soldi oltre che le loro voci. Automobilista avvisato mezzo salvato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here