Un uomo, caposala dell’ospedale ecclesiastico Miulli di Acquaviva delle Fonti, nel Barese, avrebbe tentato di violentare una tirocinante in ascensore. La notizia circola da alcuni giorni, ma le indiscrezioni hanno man mano trovato conferme.

Lo spiacevole episodio sarebbe capitato all’inizio della settimana. Da alcune fonti vicine alla direzione del nosocomio apprendiamo che la vittima dell’aggressione è stata allontanata dall’ospedale, mentre si attende di conoscere quali misure la struttura sanitaria deciderà di prendere nei confronti del presunto molestatore.

L’aguzzino e la sua vittima si sarebbero ritrovati da soli in ascensore alle prime luci del giorno. L’uomo avrebbe provato a violentarla, ma la ragazza è riuscita a divincolarsi e fuggire non appena raggiunto il piano selezionato.

L’episodio sarebbe stato denunciato formalmente alle autorità competenti. Secondo altre indiscrezioni, infatti, il caposala avrebbe tentato di rintracciare la sua preda probabilmente con l’obiettivo di convincerla a ritrattare per evitare conseguenze penali oltre che sul posto di lavoro.

L’allontanamento della tirocinante, sarebbe stata dunque l’unica scelta possibile in attesa di conoscere quella definitiva. Per il momento non si conoscono ulteriori dettagli, ma l’episodio troverà presto conferme ufficiali e sarà possibile riferire altre notizie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here