È di un anno di reclusione, con pena sospesa, la condanna per il cardiologo barese Gaetano Contegiacomo, imputato per la morte di una paziente il 16 settembre 2013. A stabilirlo il gup del Tribunale di Bari Alessandra Piliego

La vittima, una donna di 50 anni originaria di Rutigliano, fu sottoposta il 12 settembre 2013 ad intervento di riparazione endovascolare di aneurisma dell’aorta toracica. Il cardiologo non avrebbe valutato correttamente il tipo di intervento da eseguire causando la rottura di un’arteria con conseguente emorragia. La signora è morta per insufficienza multi organo causata dallo shock emorragico quattro giorni dopo.

Assolto per non aver commesso il fatto, invece, l’altro chirurgo che operò la donna con il professor Contegiacomo, imputato per concorso in omicidio colposo. Il processo è stato celebrato con rito abbreviato.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here