Un pareggio scolorito, acceso solo da un generoso forcing finale. Soliti limiti nella costruzione del gioco. Solito lungo scorcio di gara regalato agli avversari. Soliti ritmi blandi. Soliti fischi riservati a Ciccio Caputo. Il Bari fa 0-0 contro l’Entella. E tutto quello che doveva cambiare, evidentemente, non è ancora cambiato.

Il primo tempo del San Nicola è tutt’altro che bello. La rivoluzione di gennaio di mister Nicola passa per Ebagua e Schiattarella schierati subito titolari, ma la manovra dei biancorossi non sembra guadagnarne. La sorpresa di giornata è rappresentata invece dalla panchina di Massimo Donati. In difesa il centrale è Camporese, che si piazza in mezzo a Salviato e Filippini.

I primi minuti dei galletti sono incoraggianti. Il fuoco di paglia è acceso da un attivissimo Sabelli, che prima pennella un cross al centro dell’area, poi prova a sorprendere il portiere ospite con una bella conclusione dalla distanza. Defendi e Schiattarella si scambiamo le porzioni di campo. Ebagua e Caputo si alternano nell’attaccare la profondità. Ma la prima vera occasione del match capita sui piedi di Lanini. Il centravanti ligure brucia in velocità Filippini e si presenta tutto solo davanti a Donnarumma. La sua conclusione, fortuna biancorossa, termina a lato di poco.

La reazione del Bari non si presenta all’appuntamento. Difesa alta e centrocampo aggressivo, ma lì in avanti arrivano davvero pochi palloni giocabili. Romizi guadagna un giallo che non gli consentirà di giocare la prossima trasferta di Perugia. Caputo prova a punire un’esitazione dei due centrali biancocelesti con una zampata delle sue, ma la conclusione finisce a lato di poco. Defendi calcia di prima intenzione una buona verticalizzazione di Romizi, ma anche in questo caso il tiro non centra la porta.

Nella ripresa Nicola prova ad accendere la luce mandando in campo Donati, ma il barlume non basta. Il tecnico piemontese ci riprova dopo una manciata di minuti. Dentro Galano, fuori Calderoni. Il 3-5-2 iniziale si trasforma in un 3-4-1-2 con il duttile Schiattarella incanalato sul binario di sinistra. La fiamma diventa più intensa. La pressione del Bari pure, ma non ancora adeguata ai sogni di gloria dei tifosi sugli spalti. Che come al solito se la prendono con Ciccio Caputo.

Nicola manda in campo De Luca e richiama a sé il capitano. Salutato dalla solita, ingenerosa e ignobile bordata di fischi. Il contratto è stato rinnovato, la fiducia dei supporter no. Davvero un peccato.

Il Bari dell’ultimo scorcio di gara prova a vincere. Ebagua va vicinissimo al goal in due nitide occasioni, ma Paroni fa il fenomeno e chiude la porta a doppia mandata. La Penna concede tre minuti di recupero. Il risultato però non cambia. L’anno nuovo dei biancorossi inizia con un pareggio. Per provare la risalita bisognerà fare molto di più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here