Alta tensione questa mattina davanti all’ingresso monumentale del Cimitero di Bari. Come ogni anno cresce l’affluenza con l’approssimarsi della Commemorazione dei Defunti, in programma il prossimo venerdì 2 novembre, e quest’oggi, giorno di weekend prima della ricorrenza, in molti si sono riversati al Campo Santo per portare qualche fiore sulla tomba dei propri cari.

Stamattina alcuni agenti di Polizia Locale hanno però elevato sanzioni per divieto di sosta in quantità industriale, generando il malcontento dei fiorai, che dopo i mesi estivi passati senza guadagnare granché, puntano molto su questo periodo per rifarsi.

“Passino quelle palesemente in divieto, per carità, di quel divieto ne parlammo pure con il Sindaco, anche se non ha fatto niente – ci ha detto uno dei venditori – ma stamattina hanno multato anche macchine che sono sempre state parcheggiate come oggi e di cui non si sono mai interessati. Ci hanno detto che le auto devono essere posizionate a raso e non a spina di pesce, ma non c’è nessuna segnaletica a terra”.

“Siamo 8 attività, abbiamo appena 50 posti, spesso occupati da chi è in attesa per due o tre ore al crematorio, all’altro ingresso del cimitero ce ne sono 500 – ha aggiunto – già solo per questo siamo fortemente penalizzati, per non parlare poi del parcheggiatore abusivo, che non fa piacere ai clienti. Paghiamo 280 euro al mese per stare qui, ma così non ci mettono nemmeno nelle condizioni di pagare. Oggi abbiamo perso un mare di clienti”.

“Sono arrivati, hanno fatto multe a tutti e se ne sono andati, abbiamo cercato di avere spiegazioni, di far valere le nostre ragioni e sopratutto dei nostri clienti, che così non sono certo invogliati a venire. Se la cosa si ripeterà in questi giorni – ha concluso – siamo pronti a metterci abusivamente davanti all’altro ingresso del cimitero”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here