I Carabinieri di Bari hanno tratto in arresto un 48enne incensurato di origini campane e residente nel quartiere Madonnella, a seguito di un’’aggressione in danno della convivente. L’’intervento dei militari è scattato a seguito di una segnalazione da parte di due vicine di casa della vittima che, impaurite per quanto stesse accadendo, sono corse nella caserma situata nei paraggi per chiedere aiuto.

Giunti in piazza Balenzano, a casa della vittima, i militari hanno accertato che pochi attimi prima l’’uomo, durante un’’accesa discussione, aveva picchiato e spinto per le scale la sua convivente, una 38enne –originaria dell’’Ucraina ma da tempo nazionalizzata USA. Il motivo del folle gesto, stando alla ricostruzione dei militari, sarebbe un presunto ritardo della donna che, invece di rincasare alle 19.00 sarebbe tornata alle 21.00. Al rientro della ragazza, l’’uomo non ha saputo contenere la sua furia e non ha esitato a colpirla fino a farla rovinare a terra per le scale. I vicini di casa, allarmati, sono intervenuti per soccorrerla, nel frattempo uno dei condomini ha provato a chiamare i soccorsi, ma il 48enne lo ha aggredito e ne è nata una violenta colluttazione, fortunatamente senza conseguenze. I militari, accertato quanto accaduto, lo hanno tratto in arresto.

La donna, è stata portata all’’ospedale Di Venere dove le sono state riscontrate varie lesioni ed una frattura alla spalla giudicata, guaribile in 30 giorni. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del processo dove l’’uomo ha patteggiato 6 mesi di condanna.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here