A Barivecchia è ufficialmente scoppiata la guerra delle orecchiette. La cronaca che abitualmente siamo chiamati a raccontare, però, questa volta va di pari passo con una candida ammissione di colpa: a farla scoppiare siamo stati involontariamente noi.

Eravamo andati nella città vecchia per raccontare della signora Rosa e della sua “brace accesa”. Durante la nostra passeggiata abbiamo incontrato il signor Vito, il fornitore di semola di tutte le donne di Barivecchia, e con lui abbiamo iniziato a parlare di orecchiette. Un’arte mista di manualità e cervello che va tramandata, dice giustamente il nostro simpatico interlocutore. Tuttavia, il concetto ha toccato il tasto sensibile della scaramanzia di una folta platea.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here