Fonte Instagram "stefanosabelli"

Siamo giunti ormai a metà del mese di giugno e la sessione di calciomercato estiva inizia ad infiammarsi: Ciro Polito non ha ancora ufficializzato alcun colpo in entrata per il Bari, ma diversi sono i nomi accostati negli ultimi giorni ai Galletti ed alcuni sembrano essere davvero molto vicini.

Nel reparto portieri avverrà una piccola rivoluzione: Gigi Frattali sarà l’unico calciatore confermato in questo ruolo, ma arriverà un altro estremo difensore di alto livello che dovrà essere in grado di competere con il numero uno biancorosso per una maglia da titolare tra i pali. L’unico nome emerso finora, ma non ancora confermato, è quello di Alessandro Micai, che ha già protetto le reti del Bari dal 2014 al 2018, guadagnandosi il ruolo di primo portiere negli anni antecedenti al fallimento societario. Polverino e Plitko cercheranno fortuna altrove, pertanto ci si aspetta che venga aggregato un nuovo giovane per coprire il ruolo di terzo portiere.

Nuovi innesti arriveranno anche in difesa dove in molti sono sul piede di partenza. Mentre si appresta a rinnovare per un ulteriore anno il capitano Di Cesare, lasceranno il capoluogo pugliese Celiento, Mazzotta e Belli. Restano in attesa di conferma Ricci e Pucino; intanto il direttore sportivo sonda qualche nome per le fasce, tra cui quello di Stefano Sabelli: di proprietà del Bari dal 2012 al 2018, il terzino destro romano ha bazzicato nelle ultime stagioni tra la Serie A e l’alta Serie B, ottenendo discreti risultati con le maglie di Brescia, Empoli e Genoa. Il suo forte legame con il territorio barese potrebbe dare un’ulteriore spinta verso il suo ritorno e, seppure non tutti i tifosi abbiano un ottimo ricordo di lui, Sabelli sarebbe sicuramente un lusso per una squadra neopromossa e potrebbe ricoprire uno dei due slot destinati ai “calciatori bandiera“. Quasi certo è l’arrivo del giovane Mehdi Dorval dall’Audace Cerignola. I nomi sondati per i centrali di difesa, invece, sono quelli di Ceppitelli e Barba, sui quali ci sono però anche squadre di alta classifica di Serie B.

A centrocampo non ci si aspettano grossi cambiamenti: Alessandro Mallamo tornerà a Bari con la formula del prestito con diritto di riscatto o, probabilmente, con un obbligo di riscatto legato all’eventuale promozione in Serie A. Verrà confermato il tridente composto da Maita, Maiello e D’Errico, mentre partirà sicuramente Bianco e verrà valutata la posizione di Scavone. Negli ultimi giorni c’è stato un susseguirsi di voci riguardo la partenza di Rubén Botta, apparentemente destinato a tornare in Sudamerica, ma il suo agente ha rassicurato i tifosi confermando che il trequartista argentino indosserà la casacca biancorossa anche in Serie B. Il numero 10 del Bari ha avuto non pochi problemi fisici nella seconda metà della scorsa stagione, i quali lo hanno costretto troppo spesso a restare ai box, pertanto il ds Polito è intenzionato a coprirsi con un nuovo innesto di livello: Camillo Ciano, trequartista 32enne del Frosinone, ma anche seconda punta ed esterno, esperto della categoria. La specialità della casa è racchiusa nel suo elegante mancino, punizionista esperto ed anche rigorista, Ciano può vantare anche 7 reti segnate nella sua unica stagione in Serie A.

Il reparto che maggiormente verrà rivoluzionato è l’attacco, dove soltanto Mirco Antenucci è certo di rimanere. Sarà difficile trattenere Walid Cheddira, il cui cartellino appartiene al Parma, in quanto non si riesce a trovare un punto d’accordo con i crociati per la cifra del riscatto. Citro e Paponi sono sicuri partenti, mentre ne resterà uno solo tra Simeri e Galano, più probabilmente il secondo. Uno dei possibili rinforzi potrebbe essere Gabriele Moncini, attaccante 26enne in forza al Benevento, con il quale la scorsa stagione ha totalizzato 6 reti in 22 presenze. I contatti tra la società e l’entourage del centravanti toscano si sono fatti sempre più intensi negli ultimi giorni e la sensazione è che presto potremo vedere Moncini nel capoluogo pugliese.

Dopo aver sondato le piste che portano a Gianluca Lapadula e Alfredo Donnarumma, al momento trattative troppo difficili, il ds Polito è piombato su Antonino La Gumina, attaccante 26enne di proprietà della Sampdoria, ma che la scorsa stagione ha giocato in prestito al Como realizzando 9 gol in 34 presenze. Assieme a Moncini, quello di La Gumina è il nome più caldo in ottica Bari, seppure si continui a seguire attentamente anche Luca Moro, ex attaccante del Catania, ora di proprietà del Sassuolo, che la prossima stagione si giocherà le proprie chance in Serie B. Un ultimo attaccante osservato in queste ore è Emmanuel Latte Lath, ivoriano classe ’99 di proprietà dell’Atalanta e che la passata stagione ha giocato in prestito nella Spal. L’idea del ds Polito è quella di inserire il prestito del giovane centravanti nella stessa trattativa che riporterà Mallamo a Bari, completando dunque un doppio colpo in prestito dalla Dea.