Clamorosa rivoluzione in vista nel mondo del calcio. Ieri 12 club “fondatori” hanno annunciato la creazione della Superlega e in tutto il mondo non si fa che parlare di altro.

“Dodici prestigiosi club europei di calcio hanno annunciato oggi congiuntamente un accordo per costituire una nuova competizione calcistica infrasettimanale, la Super League, governata dai Club Fondatori – si legge nel comunicato -. AC Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur hanno tutti aderito in qualità di Club Fondatori. È previsto che altri tre club aderiranno come Club Fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare non appena possibile”.

Cosa è e come funziona la Superlega, ma soprattutto quando prenderà il via? I 12 club sono pronti a partire subito, già dal prossimo agosto. In totale sono previsti 20 partecipanti, tra questi 15 squadre fondatrici e altri 5 club che si qualificheranno in base ai risultati raggiunti in campionato.

Verranno creati due gironi da 10 squadre, si giocherà in settimana, sia in casa che in trasferta, con le prime 3 classificate che accedono ai quarti di finale. Le quarte e quinte classificate si affronteranno in una sfida andata e ritorno per i due restanti posti disponibili per i quarti di finale.

La notizia non è stata accolta positivamente dalla Uefa, che ha minacciato l’esclusione da tutte le competizioni dei club fondatori e dei loro giocatori (anche dagli Europei in programma a giugno) e dalla Lega Serie A, con alcune squadre che hanno già chiesto l’esclusione di Juventus, Inter e Milan dal campionato nazionale.

Insomma, un vero e proprio caos che siamo sicuri farà tanto parlare di sé. A rischiare tra tutti è la Champions League, ma anche la Serie A che potrebbe prendere il via il prossimo anno senza le 3 squadre più titolate. Ma non sono da escludere colpi di scena anche in questa parte finale del campionato.