Il Governo, entro il 19 aprile, è chiamato a prendere una decisione ufficiale sulla riapertura degli stadi in vista degli Europei in programma a giugno.

Il Comitato tecnico scientifico si è detto favorevole, ma ha chiesto più tempo per monitorare l’andamento della curva epidemiologica prima del via libera definitivo.

I campionati nazionali continuano a disputarsi a porte chiuse, fatta eccezione per addetti ai lavori e giornalisti. In Italia, però, ognuno fa quello che vuole, nonostante una pandemia mondiale che continua a provocare morti ogni giorno.

Le immagini circolate sui social dopo Avellino-Bari, big match dell’ultima giornata del girone C di Serie C, al momento del gol vittoria dei padroni di casa, lasciano senza parole.

La tribuna dello stadio Partenio-Adriano Lombardi è quasi sold out e la sensazione di molti, tifosi del Bari e non, è che sugli spalti fossero presenti tanti sostenitori dell’Avellino. Per di più alcuni senza mascherina, ma rigorosamente con le sciarpe addosso.

Gol ma non solo, perché per tutti i 90 minuti si sono sentite urla e schiamazzi contro la squadra biancorossa. In un Paese normale qualcuno pagherebbe per tutto questo.