Il Galletto Pouchain del Bari tra i 100 loghi calcistici più belli di sempre. La rivista inglese FourFourTwo ha reso omaggio allo storico stemma della società biancorossa, introdotto dalla famiglia Matarrese tra la fine degli anni ’70 e disegnato da Piero Gratton, includendolo al settimo posto di questa speciale classifica.

“Un galletto ricavato da un parallelogramma con una scritta in minuscolo – la descrizione della rivista inglese -. Il logo dell’AS Bari è pacchiano ma lo amiamo proprio per questo. È stiloso come qualsiasi cosa italiana in voga negli anni ’90, incluso il taglio di capelli di  Roberto Baggio, Luciano Pavarotti o spendere oltre 20 milioni di sterline in giocatori che piazzerai ai tuoi vicini solo tra due stagioni. Grandissimo!”.

Lo storico logo, che è diventato un simbolo per migliaia di tifosi biancorossi, è stato l’emblema del Bari fino alla stagione fallimentare del 2014. Quello di oggi, nato nell’estate del 2018, si ispira proprio a quello disegnato da Gratton.