Parlare di calcio in un momento così delicato per il nostro Paese non è facile e può risultare anche fuori luogo. Ma mentre ieri sera il Coni, il governo e il premier Conte sancivano lo stop di qualsiasi sport fino al 3 aprile, Catanzaro e Bari erano in campo per il monday night della 30esima giornata di Serie C.

La squadra biancorossa non va oltre l’1-1 e scivola nuovamente a -9 dalla capolista Reggina, perdendo una grande occasione e compromettendo definitivamente la rincorsa al primo posto. Le cose sembravano essersi messe subito sul binario giusto dopo solo 60 secondi: incredibile dormita difensiva dei padroni di casa sul rinvio del portiere Frattali, il solito Antenucci, lasciato solo davanti a Bleve, non sbaglia e realizza il suo 20esimo centro stagionale. Il Bari nel primo tempo sembra aver il controllo del match, a larghi tratti è convincente ma fallisce più volte il gol dello 0-2.

La squadra di Vivarini paga nella ripresa a caro prezzo le diverse occasioni sciupate. Al minuto 52′ Kanoute riporta il match in parità: il centrocampista classe 1993 elude la marcatura di Perrotta e con un colpo di testa ravvicinato batte l’incolpevole Frattali. Il Bari cerca di gettarsi nuovamente avanti ma le occasioni stentano ad arrivare. Alla fine è 1-1, ma il campionato di Serie C è stato come gli altri sospeso fino al 3 aprile. Cosa succederà ora non è noto saperlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here