“Due mesi fa non mi voleva nemmeno mia madre a casa e adesso ho raggiunto la doppia cifra”. Il commento a caldo di Antonio Giulio Picci ai microfoni di Telesveva è esilarante, ma pieno di verità. Prima di militare nella Vigor Trani, il calciatore barese non aveva ancora una squadra. Nella partita contro il Gallipoli, il 34enne ha vestito per un attimo i panni di Cristiano Ronaldo, portando la sua squadra alla vittoria con un gol in rovesciata.

“Ho dimostrato di essere il più forte, su questo non ci sono dubbi. Questo gol – continua Picci – non si vede in Serie D o in Serie C: sfido chiunque a dire il contrario”. Il 34enne ha un trascorso in serie B con il Brescia e in C1 con il Barletta, il centravanti ex Bitonto, Gravina, Turris, Matera, Martina, ha lasciato quasi sempre il segno in tutte le squadre in cui ha militato, soprattutto in serie D.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here