Lo scorso 20 ottobre una delegazione di Puglia Marathon, organizzatrice della Maratona delle Cattedrali, è stata a Vannes, in Francia, in occasione della storica 42km nella cittadina bretone. L’ha fatto per un duplice scopo: comunicare e promuovere la propria Maratona delle Cattedrali, in programma il 3 maggio 2020, ed esportare orgogliosamente il made in Italy, nello specifico culinario.

In virtù del gemellaggio, allora, la delegazione di Puglia Marathon, composta da sei persone, tra cui uno chef di casa nostra, ha offerto due pasti a base di gustosissime tipicità italiane, in particolare pugliesi. A pranzo, ecco orecchiette con pomodorini e rucola, con taralli e olive fritte a fare da contorno. A cena, invece, focaccia e ostriche al gratin. Un simbolico non casuale e apprezzatissimo esempio, quest’ultimo, di fusione fra tradizione italiana e francese.

“Quello che abbiamo proposto – racconta Giuseppe Casale, di Puglia Marathon – ha riscosso consenso, è piaciuto non poco. Con questa idea abbiamo voluto rafforzare ulteriormente un messaggio a noi caro: con la corsa, grazie alla corsa, vogliamo valorizzare il territorio, le tradizioni, il turismo. Ci battiamo da sempre per queste idee perché siamo convinti che la fusione tra sport e cultura sia naturale ma al contempo da alimentare costantemente. Con il racconto di noi stessi, attraverso la proposta dei nostri prodotti, abbiamo tagliato un piccolo traguardo. E ne andiamo orgogliosi”.

Puglia Marathon, oltre a questo, ha anche messo a disposizione un viaggio in Italia per i primi classificati uomo e donna. Iniziative che fanno il paio con ciò che accadde a maggio di quest’anno, quando questo speciale gemellaggio fu inaugurato in Puglia. Furono ospitati dei rappresentanti di Vannes, fu quasi amore a prima vista. Ora il bis in terra francese, in attesa del tris, nuovamente in Italia, a maggio del prossimo anno.
La Maratona delle Cattedrali, giunta alla sesta edizione, partirà da Barletta e approderà a Giovinazzo, dopo aver toccato le città di Trani, Bisceglie e Molfetta. Tutto è già pronto. Pronto per lasciare il segno. Anche grazie a queste “chicche”. Si prevede grande partecipazione e un’autentica festa. Dello sport e del territorio.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here