Le ore passano ma la situazione non si sblocca. Lo stadio San Nicola resta ancora ostaggio di Cosmo Giancaspro: l’ex presidente biancorosso, infatti, non vuole proprio saperne di lasciare l’astronave di Renzo Piano e non ha ancora restituito le ormai famigerate chiavi.

Al Comune, proprietario dell’immobile, non sono bastate 3 diffide di cui l’ultima, perentoria, scadeva ieri alle 9.30 e aveva lasciato il tempo al Coni di respingere anche l’ultimo ricorso a cui si era appigliato Giancaspro per dilatare i tempi e restare aggrappato all’ormai morente Fc Bari 1908.

La situazione è di stallo: anche stamattina lo stadio era presidiato dalla Polizia Locale che ha controllato accessi o uscite dall’impianto dove sarebbero ancora al lavoro ancora alcuni dipendenti. La strada, però, è segnata: se Giancaspro non restituisce le chiavi il Comune è pronto a procedere per vie penali contestando all’imprenditore di Molfetta il reato di occupazione abusiva per poi procedere con lo sgombero.

print

1 COMMENTO

  1. Non condivido l’euforia e la determinazione di Decaro: stiamo svendendo per quattro soldi una societa’ calcistica con un grandissimo seguito a un noto prenditore del mondo del calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here