“Non siamo retrocessi sul campo, qualcuno ci ha fatto fallire”. Antonio Decaro si presenta così alle centinaia di tifosi che sono tornati a ripopolare la curva Nord del vecchio Della Vittoria per parlare del futuro del nuovo Bari.

“Non avrei mai pensato di ritrovami qui con voi in questq situazione – ha sottolineato il primo cittadino – la nostra realtà adesso è questa, la serie D. Questo prevede il regolamento. Io però chiederò di iscriverci alla serie C perché siamo la quinta più grande città metropolitana d’Italia, la sesta tifoseria e abbiamo alle spalle tanti campionati di serie A e B. Ma anche se saremo in D noi saremo sempre qui”.

Il Sindaco, però, evita di parlare del passato e della vecchia società e non fa mai riferimenti all’ex presidente Giancaspro: “Ci sarà modo di parlare di chi sono le colpe e se si poteva fare prima – ha detto Decaro – adesso abbiamo poco tempo e dobbiamo pensare a come costruire il nuovo Bari”.

Decaro poi chiude spegnendo le polemiche relative alla sua iniziativa: “Non è campagna elettorale. È mio compito prendere in mano il titolo sportivo. Ma una volta fatto questo io uscirò in silenzio perché la politica deve restare fuori dal calcio”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here