C’è una speranza per non far scomparire il Bari dal calcio professionistico. Mentre in strada Torrebella si vivono ore drammatiche, con il tentativo in extremis del Cda per salvare il club biancorosso, si apre uno spiraglio per evitare quantomeno di sprofondare fra i dilettanti.

Nell’ipotesi di fallimento, sciagurata ma sempre più vicina considerando il caos societario, si fa sempre più strada l’idea di utilizzare il titolo sportivo del Bisceglie Calcio, detenuto da Nicola Canonico, che verrebbe trasferito al San Nicola per permettere a un “nuovo” Bari di ripartire almeno dalla serie C.

L’imprenditore dovrebbe essere convocato informalmente dal sindaco Antonio Decaro per dare la propria disponibilità a entrare in gioco in prima persona se la situazione dovesse precipitare. Il primo cittadino, infatti, si sta dando da fare per trovare imprenditori disposti a investire nel Bari ma fino ad ora avrebbe ricevuto molti “no”. Il vero ostacolo a questa strada, però, sarebbero i tempi troppo stretti.

L’idea di Canonico è simile alla formula già sperimentata in tempi recenti con Vicenza e Bassano: il nuovo presidente dei veneti, Renzo Rosso, ha infatti trasferito al “Menti” il titolo sportivo della società giallorossa. In questo modo il Vicenza è potuto ripartire proprio dalla serie C.

print

3 COMMENTI

  1. Canonico vuol salvare il Bari? Diciamo piuttosto che vuole pappardelle con quattro soldi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here