Il nervosismo e la rissa al termine del playoff col Cittadella costano carissimo al Bari. Il giudice sportivo ha infatti usato la mano pesante nei confronti dei calciatori biancorossi che si sono resi protagonisti dei concitati minuti finali.

Il conto più salato lo paga Stefano Sabelli. Il terzino scuola Roma è stato squalificato per 4 giornate con multa di 5mila euro per aver “assunto un atteggiamento minaccioso, aggressivo ed intimidatorio nei confronti dei calciatori della squadra avversaria che spingeva con forza appoggiando loro le mani sul petto”.

Mano pesante anche per Brienza e Galano, puniti con 3 giornate di squalifica ciascuno. ll fantasista di Cantù paga il calcione rifilato a un avversario oltre al battibecco con la panchina del Cittadella dopo l’espulsione; l’esterno foggiano, invece, è stato beccato grazie alla prova tv mentre rifila un calcio a palla lontana al terzino Benedetti.

Solo 2 giornate invece per Gyomber espulso al nono minuto del supplementare per aver “rivolto al direttore di gara epiteti insultanti” e a Giovanni Loseto sempre per la rissa a fine gara in cui ha “spinto e strattonato ripetutamente” i calciatori avversari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here