Servono i primi gol in maglia biancorossa di Petriccione e Anderson per sfatare il tabù trasferta del Bari. I galletti vincono fuori casa dopo quasi 7 mesi espugnando il “Silvio Piola” di Novara per 2-1. Partita combattuta e sofferta quella dei giocatori biancorossi che, in attesa della partita del Palermo, possono godersi la vetta della classifica in coabitazione col Parma.

Poco da raccontare nei primi venti minuti di gioco: nessun tiro in porta, tanto giropalla e portieri spettatori non paganti. La gara vive su lunghe pause e un gran nervosismo scatenato da un presunto fallo di Tonucci su Da Cruz lanciato a rete. La prima azione degna di essere raccontata è dei padroni di casa con Dickmann che ci prova da fuori area dopo la sponda di Moscati. Poi ci provano l’ex Sciaudone e soprattutto Da Cruz, spesso imprendibile per la retroguardia biancorossa, che col destro manda al lato non di molto. Per assistere al primo tiro in porta del Bari bisogna aspettare la mezz’ora quando ci provano Cissè (tiro a giro largo) e Tello (tentativo alle stelle). Finale in crescendo per il Novara che proprio allo scadere ha l’occasione migliore: cross di Dickmann e Macheda che si fa fermare sotto porta da Gyomber.

La partenza biancorossa nel secondo tempo è sprint e viene subito premiata. Prima Cissè va vicinissimo al gol di testa (ottima la parata di Montipò) poi arriva il gol di Petriccione, bravo a inserirsi sul cross confezionato dalla ditta Anderson-Tello. Il vantaggio ospite rianima il Novara che spinge e alza il baricentro ma con poca precisione in zona gol mentre il Bari, rintanato nella propria trequarti, sembra farsi male da solo con rinvii maldestri. Tra i piemontesi si rendono pericolosi soprattutto Moscati con un destro al volo, Orlandi con un gran tiro da fuori e soprattutto Di Mariano che dopo la sponda di Maniero si vedere murare il destro sotto misura dalla coppia Micai-Gyomber. Fatta eccezione per una clamorosa palla gol per Galano che non arriva a un facile tap-in su cross teso di Anderson, la gara sembra avviarsi stancamente verso la conclusione ma si infiamma nel recupero: il contropiede targato Petriccione-Tello-Anderson è perfetto con quest’ultimo che buca Montipò con tanto di tunnel. Al 96′ invece c’è gioia per l’ex Maniero che su calcio d’angolo trova l’inutile 1-2.

PAGELLE

NOVARA (3-5-2) | Montipò 5.5; Mantovani 5.5 Del Fabbro 5.5 Golubovic 5; Calderoni 6 Sciaudone 5.5 (Orlandi 6 Moscati 6.5 Dickmann 6; Macheda 5 (Maniero 6) Da Cruz 6.5 (Di Mariano 5)

BARI (4-3-3) | Micai 6; Fiammozzi 5.5 Gyomber 6 Tonucci 6 Anderson 7.5; Tello 6.5 Basha 6.5 (Busellato 5.5) Petriccione 7; Galano 5 (Brienza sv) Improta 5 Cissè 6 (Floro Flores sv)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here