Il Bari batte la Ternana 3-1 e prosegue la sua marcia verso i playoff. Dopo il saluto iniziale dell’ex capitano Defendi alla curva Nord è subito gran partenza dei biancorossi, che trovano in avvio il gol del vantaggio con Brienza, maestro al 6′ nel dribblare un avversario e superare Aresti con un tocco sotto.

Gli uomini di Colantuono restano padroni del campo per tutto il primo tempo, impegnando il portiere umbro in più occasioni, tre volte con Floro Flores, una con Galano. Al 25′ la squadra di Gautieri rimane in dieci: fallo tattico di Coppola su Basha e cartellino giallo che fa accoppiata con quello preso al 1′ per una brutta entrata su Sabelli. Il tecnico campano si cautela, sostituendo Monachello con Di Noia. Proprio uno degli ex più attesi, in pieno recupero, beffa la difesa dei galletti con un Gran tiro al volo di sinistro e manda di fatto le squadre al riposo sul risultato di parità.

Dura pochissimo la gioia dei rossoverdi: al terzo minuto, infatti, Galano riporta il Bari in vantaggio con una bellissima semirovesciata al volo su cross di Brienza deviato da Masi. Pochi minuti dopo Macek cerca l’incrocio dei pali con un destro a giro, ma la palla finisce fuori di poco. Il Bari continua il proprio pressing, sfiorando il terzo gol con Salzano, che spreca una ghiotta occasione, e trovandolo al 73′ con Floro Flores: serpentina e diagonale che batte Aresti. Partita di fatto chiusa, con la squadra di Colantuono che gestisce i minuti finali e permette al proprio tecnico di sperimentare la doppia punta, inserendo prima Maniero e poi Raicevic al posto di Brienza e Floro Flores. Tre punti importantissimi per i biancorossi, che restano soli all’ottavo posto, ultimo utile per i playoff, e guardano con più fiducia all’insidiosa trasferta di Benevento, che li attende venerdì sera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here