Le parole della vigilia sono state rispettate. “Non importa come, l’importante è vincere”: queste erano state ieri le parole di Roberto Stellone, che tra ritorni dagli infortuni, nuovi forfait e scelte tecniche ha mandato oggi in campo un Bari con sei undicesimi diverso rispetto alla partita persa domenica scorsa a Frosinone.

Cosi, dopo una piccola fase di studio, i biancorossi si sono dapprima portati in vantaggio con Monachello al 9′, complice il portiere avversario Farelli. Poi, prima dell’intervallo, hanno legittimato il vantaggio cercando la porta con Maniero prima e con lo stesso Monachello dopo (errore clamoroso il suo, su splendido assist di Romizi).

Nella ripresa poche emozioni, esclusi i gol pregevoli di Ivan al 60′ e ancora di Monachello al 71′, entrambi con un sinistro a giro sul secondo palo. Prova sufficiente, insomma quella dei biancorossi, abili ad approfittare delle momentanee debolezze tecniche e mentali della pur buona squadra di Cosmi.

Stellone e il Bari ritrovano i 3 punti e guardano con più serenità all’impegno di martedì prossimo, quando i biancorossi, nel turno infrasettimanale, faranno visita al Novara.

LE PAGELLE DI BARI-TRAPANI 3-0:
BARI (4-4-2): Micai 6; Sabelli 6, Moras 6.5, Di Cesare 6,5, Daprela 6; Ivan 7, Romizi 6.5, Valiani 6, Furlan 6.5 (35′ st Basha, sv); Maniero 6.5 (26′ st Doumbia 6), Monachello 7,5 (39′ st De Luca sv). All: Stellone 6,5.
TRAPANI (4-3-1-2): Farelli 5; Fazio 5, Pagliarulo 6, Casasola 5.5, Visconti 5; Ciaramitaro 5.5 (1′ st Balasa 5.5), Scozzarella 5,5 (26′ st Colombatto sv), Barillà 5 (15′ st Machin 5); Nizzetto 6; Citro 6, Petkovic 6,5. All: Cosmi 5,5.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here