Siete abituati a vederli lanciarsi come gatti da un palo all’altro, a togliere le ragnatele dal sette o, nei casi peggiori, a restare in ginocchio con le mani incrociate sulla testa dopo aver visto rotolare una palla in fondo al sacco. I tre portieri della Bari stanno lavorando sodo per conquinstarsi un posto da titolare. La concorrenza è tanta e c’è da lavorare. Tra un tuffo e l’altro, però, c’è anche spazio per qualche sorriso e, soprattutto, per un saluto speciale ai tifosi biancorossi.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here