Il Comune di Bari ha pubblicato l’avviso per la presentazione di manifestazione di interesse alla realizzazione di progetti utili alla collettività (Puc), finalizzati a coinvolgere i beneficiari del reddito di cittadinanza residenti a Bari. I Puc – culturali, sociali, artistici, ambientali, formativi e di tutela dei beni comuni – sono stati individuati con l’obiettivo di: innescare processi di attivazione di chi usufruisce del reddito di cittadinanza; creare occasioni di crescita delle comunità attraverso il miglioramento delle persone coinvolte. Per promuovere un numero di opportunità congruo rispetto a quello dei destinatari del reddito di cittadinanza, e con l’intento di favorire il pieno coinvolgimento degli enti pubblici e delle realtà locali del terzo settore, l’amministrazione comunale ha previsto l’apertura di finestre temporali per l’invio delle candidature. Sono, dunque, riaperti i termini per la presentazione delle domande fino al 31 ottobre prossimo.

Enti pubblici con sede operativa a Bari, uffici territoriali dello Stato, agenzie ed enti di emanazione pubblica, aziende regionali e comunali, la Città metropolitana (per gli uffici e le attività insistenti nel capoluogo), enti e/o fondazioni partecipate del Comune di Bari (anche non aventi sede operativa nello stesso) potranno presentare proposte progettuali, a condizione che l’attività del Puc avvenga sul territorio cittadino. Lo stesso vale per gli enti del terzo settore indicati all’art. 4, comma 1 del decreto legislativo 117/2017, iscritti al Registro unico nazionale del terzo settore (Runts).

La manifestazione di interesse potrà essere trasmessa tramite Posta elettronica certificata (Pec) a [email protected].rupar.puglia.it indicando nell’oggetto della PEC la dicitura: “Avviso pubblico – Manifestazioni di interesse per la realizzazione di progetti utili alla collettività nell’ambito del reddito di cittadinanza”. Le informazioni utili sono disponibili qui.