Walter sta prendendo seriamente in considerazione, assieme alla sua psicologa, l’offerta di lavoro arrivata dall’Inghilterra. Tempo per pensarci ce n’è, anche perché ora bisogna fare i conti con la nuova variante inglese del coronavirus che ha bloccato i collegamenti oltremanica.

Il 40enne, separato e finito in un garage, intanto ha passato un’intera giornata con sua figlia, sicuramente un bel regalo in vista dell’imminente Natale, mentre non si ferma la catena di solidarietà messa in piedi da chi ha preso a cuore la sua storia e vuole concedere a Walter una seconda possibilità.

“Grazie a chi mi sta dando una mano, siete davvero in tanti – spiega emozionato Walter -. Ringrazio anche la mia ex compagna per avermi dato la disponibilità di passare una giornata intera con mia figlia, per la prima volta dopo tanto tempo sono andato a letto sereno”.

Parlare ancora di svolta è prematuro ma Walter sembra aver ripreso in mano la sua vita. Chi ha voglia di aiutarlo nell’immediato può scrivere alla redazione del Quotidiano Italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here