I lavori all’interno della casa degli orrori, ormai spoglia grazie all’intervento della ditta che si è occupata dello smobilio e della disinfestazione, sono ufficialmente iniziati dopo il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi eppure qualche leone di tastiera ancora mette in dubbio la ristrutturazione dell’abitazione di Lello e Angela.

La storia dei due fratelli ha scosso la sensibilità di tante persone. Tra queste ci sono Vito, Giuseppe e Michele, titolari dell’azienda Pa.Fa.Mar che si è offerta volontaria per lo smaltimento delle macerie della casa.

Calcinacci, legno, metallo, qualsiasi cosa. I lavori saranno a costo zero e quindi a carico dell’azienda, una gesto di solidarietà non scontato fatto anche per alleggerire le spese dei lavori a cui andrà in contro la ditta scelta da Biosalus, che si occuperà di finanziare l’intera ristrutturazione.

La catena di solidarietà per Lello e Angela non si è fermata. Cari leoni da tastiera, la nostra speranza è che i due possano tornare insieme e che Lello, una volta ritornato nella sua casa ormai completamente ristrutturata, possa riprendere in mano la sua vita, un po’ come già sta facendo Angela in comunità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here