La Fondazione Maria Rossi onlus ha a cuore la tranquillità di chi sta combattendo la propria battaglia contro il cancro. Accompagnare il malato in ospedale, per sottoporsi alle opportune terapie, può rappresentare un problema per molte famiglie che devono gestire una sfera di intervento pratico, oltre quella di supporto psicologico.

Da questa esigenza, nasce “il taxi solidale”. Il progetto, firmato dalla fondazione Maria Rossi, permette ai malati oncologici di spostarsi dalla propria abitazione all’ospedale per eseguire le terapie. Un’idea tanto semplice quanto preziosa per molte realtà familiari che possono in questo modo contare su una figura di riferimento che, come un parente, li affiancherà appuntamento dopo appuntamento.

Al momento, il raggio d’azione dell’iniziativa copre solo il territorio barese e si avvale di due operatori e due vetture, ma è previsto un incremento del personale. Per poter usufruire del servizio, il paziente deve solo contattare la dottoressa Laterza, telefonicamente o all’indirizzo www.fondazionemariarossi.org. Dopo le pratiche di rito, la responsabile si prenderà cura del malato oncologico e invierà la richiesta al servizio taxi. Il taxi solidale ha già accompagnato centinaia di pazienti, ma la corsa per la vita non si arresta.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here