Contributi dimezzati, graduatoria fasulla e aventi diritto fantasma. Con la pubblicazione della graduatoria definitiva degli aventi diritto al contributo alloggiativo ad esito del bando 2017, sono apparse delle incongruenze che hanno fatto alterare i cittadini.

La più lampante, portata alla luce dai dirigenti del Movimento “Riprendiamoci il futuro”, Luigi e Michele Cipriani, è la presenza di numerose persone aventi diritto al contributo che non sono ancora nate. Infatti basta scorrere nell’elenco per vedere nati nel 2027 o nel 2028.

Un altro aspetto che ha indignato i cittadini riguarda il taglio dei contributi a più del 50%, un aspetto che ha fatto infuriare gli aventi diritto sulla pagina Facebook del sindaco Antonio Decaro. “Da mille euro siamo passati ad avere quasi 300 euro – lamenta una cittadina – pare che sia più un contentino del Comune piuttosto che un vero e proprio aiuto”. “Più che contributo alloggiativo sembra un’elemosina – infuria un’altra -. Questo è l’aiuto che aveva promesso di dare ai cittadini”, “Abbiamo aspettato un anno per queste graduatorie – continuano – per poi avere questi risultati”.

Un altro aspetto portato alla luce dai Cipriani è la presenza degli aventi diritto fantasma. Questi ultimi non risultano né nelle graduatorie definite né in quelle provvisorie, nonostante aver inoltrato regolare ricorso nei tempi stabiliti. Caso analogo è di chi risulta in entrambe le liste. Insomma, una graduatoria che necessita di essere rifatta al più presto rispettando le norme.

print

2 COMMENTI

  1. Avete rotto le palle con i vostri articoli contro Decaro. Quando chiude sto teatro schifoso?

  2. perdonaci, ma cosa c’entra Decaro con la graduatoria del contributo alloggiativo? Dovrebbe indirizzare la sua frustrazione in altri pezzi, realmente critici, non contro, Decaro. Ed in ogni caso può sempre leggere altro. Buona serata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here