“il sindaco Decaro si dovrebbe vergognare di quella passeggiata in carrozzina per via Sparano, la disabilità è una cosa seria”. Maria Rasola, purtroppo, è una nostra vecchia conoscenza. Mamma di una bambino con difficoltà motorie, da qualche anno a questa parte è costretta a chiamarci per il solito problema del trasporto scolastico.

Alla ripresa della scuola, infatti, come già successo in passato, Maria ha dovuto sbattere la faccia contro la maledetta burocrazia. Suo figlio, e con lui tutti gli altri della Città Metropolitana, hanno scoperto di essere nuovamente appiedati: “Questo disservizio per noi è un disagio, i ragazzi hanno il diritto di andare a scuola, al pari di chi ha l’alternanza scuola lavoro, che prosegue nel pomeriggio. Un obbligo, ma il trasporto è solo fino alle 14″.

 

Dopo la protesta, qualcosa, e qualcuno, si è mosso. A partire da giovedì 11 gennaio, infatti, ripartirà regolarmente il servizio di trasporto scolastico in favore degli alunni disabili residenti nel territorio metropolitano e frequentanti le scuole secondarie di secondo grado.

La Città metropolitana ha fatto sapere di aver ripristinato il servizio, momentaneamente sospeso a causa di un imprevisto burocratico relativo all’aggiudicazione definitiva della gara. Il servizio interessa circa 125 alunni disabili provenienti dal Comune di Bari e da alcuni Comuni dell’area metropolitana e sarà attivo fino al termine dell’anno scolastico.

“Ci siamo attivati con gli uffici competenti – ha fatto detto il Consigliere metropolitano delegato Giuseppe Valenzano – per risolvere l’imprevisto burocratico che aveva determinato l’impossibilità di procedere all’aggiudicazione definitiva della gara e che ha impedito l’attivazione del servizio in questi due giorni”.

“Purtroppo il disguido verificatosi non era prevedibile e abbiamo cercato a stretto giro di risolvere il problema. Continueremo a porre in essere ogni sforzo per garantire il diritto all’istruzione e all’integrazione per gli studenti disabili” ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here