La lotta al racket e alla criminalità si avvarrà di un nuovo importante strumento. La F.A.I. – Federazione Associazioni Antiracket Molfetta – Associazione Regionale, ha sottoscritto un accordo di collaborazione della durata di tre anni con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. L’accordo prevede la realizzazione di una serie di attività di formazione, studio, ricerca e diffusione di informazioni in merito a tremi di comune interesse.

Il comitato di gestione della F.A.I. sarà composto dal presidente della F.A.I. Moldetta, Renato De Scisciolo, dal vice presidente Roberto De Blasio, dal responsabile dell’ufficio legale, l’avvocato Maurizio Altomare, e dall’avvocato Marco Di Bartolomeo, che forniranno la propria competenza, esperienza e professionalità nella realizzazione di seminari, convegni e stage formativi rivolti a studenti e laureati. Un accordo importante per la F.A.I., che in questo modo unisce le proprie energie e competenze a quelle dell’Università di Bari.

Nel frattempo, la F.A.I. prosegue con la propria attività. Torna infatti ad ottobre il “Premio per la Legalità”. Giunto alla quinta edizione, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione Puglia e dal Comune di Molfetta, l’appuntamento con il premio è per ottobre a Molfetta, appunto. Saranno premiati il sostituto Procuratore della Repubblica di Bari e della DDA, la dottoressa Patrizia Rautiis, il dirigente della Squadra Mobile di Bari, dottor Luigi Rinella, l’Istituto di Istruzione Superiore “Mons. Antonio Bello” di Molfetta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here