Il 16 novembre Simone Petaroscia partirà per l’Austria. Destinazione Innsbruck. L’unica speranza di vita è quella di sottoporsi a un reimpianto della teca cranica, con una serie di cure neuroriabilitative di altissima specializzazione. Simone è rimasto vittima di un tragico incidente stradale. Prima i residenti di San Girolamo, poi anche tanti altri cittadini baresi, hanno deciso di aiutare Simone e la sua famiglia. I soldi raccolti finora sono serviti a pagare il viaggio per l’Austria e un acconto alla stessa clinica in cui è stato ricoverato a lungo Michael Schumacher.

Simone dovrà essere sottoposto a un delicato intervento dal professor Leopold Saltuari. Questo è il momento più delicato. Serve l’aiuto di tutti per assicurare al ragazzo una vita dignitosa. Nelle ultime settimane sono state tante le iniziative benefiche organizzate in città: tornei di calcio – l’ultimo ieri sera con le vecchie glorie del Bari, associazioni e rappresentanti delle istituzioni proprio a San Girolamo – biciclettate, cene e la bella idea di Gianni Colajemma di devolvere alla causa l’incasso dello spettacolo di stasera, ormai sold out.

Per chi volesse aiutare Simone, può farlo versando il suo contributo sul
c/c IBAN: IT 78Z0326804000052277721200 – Causale: fondo solidarietà cure per Simone – Intestatario: Giuseppe Petaroscia (il fratello di Simone). C’è ancora bisogno di un ultimo sforzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here