In collaborazione con:

Nicola Quaranta è l’ospite della nuova puntata di Doctor Smart. Il direttore dell’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria del Policlinico barese offre agli attenti follower importanti consigli sulla sordità infantile e senile.

“Parlando di sordità infantile – ha affermato Quaranta – in Puglia è stato messo in atto un programma di screening neonatale che permette di individuare sin da subito determinati sintomi e di avviare adeguati percorsi di diagnosi”. Gli esametri audiometrici infantili permettono invece di appurare alcune anomalie in bambini dai due ai tre, sottoponendoli ad alcuni test sotto forma di gioco.

La sordità può essere di natura trasmissiva ed essere risolta con un trattamento medico o può essere collegata alla parte interna dell’orecchio, potremmo dire muscolare, e dunque richiedere l’utilizzo di una protesi acustica.

Dopo i 65 anni l’invecchiamento dell’orecchio e della parte del cervello deputata all’udito possono portare alla presbiacusia, in questo caso entriamo nella sfera della sordità senile. Questa patologia limita le possibilità uditive e rende necessaria l’applicazione di una protesi. “Molti hanno difficoltà a superare lo stigma estetico, non accettano l’applicazione dell’apparecchio – ha affermato il professore – ma la qualità della vita trae grandi benefici”.

L’ultima domanda dei follower ha invece come fulcro le patologie legate tonsille. Molti infatti si chiedono in quali situazioni sia necessario intervenire chirurgicamente per rimuoverle. “Le tonsille sono una vera e propria barriera – ha concluso Quaranta – non a caso il Ministero della salute ha promulgato delle linee guida che limitano l’intervento ai casi di ripetuta di tonsillite batterica”.

 

 

 

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here