In collaborazione con:

Nella nuova puntata di Doctor Smart si parla di tintarella. A rispondere alle domande dei followers è Roberta Lovreglio, direttore A.R.S. Institute e specialista in dermatologia, che ci informa sui rischi e i benefici legati all’esposizione solare. Proteggersi è un must, che si scelga di trscorrere qualche giorno di relax al mare o in montagna.

Il vademecum dell’estate dice di non esporsi nelle ore di punta, una regola d’oro non solo per i più piccoli dunque, ma anche per gli adulti che vogliono proteggere la propria pelle da un invecchiamento precoce. Fotoprotezione alta, idratazione adeguata e intervalli in penombra. Tre consigli smart, in piena sintonia con lo stile della nostra rubrica.

Il sole non è un nemico, “la psoriasi e la dermatite atopica – ha affermato la Lovreglio – traggono enormi benefici dai raggi solari”. Anche nei casi specifici di fototipo 1 e 2, un’adeguata fotoprotezione permette di esporsi in tutta sicurezza, vantando una tintarella dorata senza alcun rischio d’ustione.

Quando si parla di esposizione solare, si pensa esclusivamente alla pelle, ma anche i capelli hanno bisogno di idratazione e risciaqui continui per evitare di essere danneggiati e indeboliti dalla sabbia e dalla salsedine. “La vitamina C – ha concluso la specialista – è un toccasana per la bellezza e la lucentezza della chioma e della nostra pelle.”

print

1 COMMENTO

  1. Dimentichiamo sempre di ricordarci che la cosiddetta “tintarella” nonostante il nome altro non è che il tentativo del corpo umano di difendersi dal danno causato dai raggi solari. E’ una reazione non un beneficio apportato dal sole. Una esigenza esclusivamente estetica che può costare caro negli anni. Non solo invecchiamento precoce della pelle purtroppo. Occorre considerare il principio di precauzione. E per favore evitiamo di tenere i bambini piccoli in acqua alle 2 del pomeriggio. Come è normale a Panepomodoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here