“Il Fatto Quotidiano ha perso il coraggio ed è diventato ‘Il Fatto Pro Emiliano’. Caro Scanzi, è penoso vedere un uomo che, in preda alla paura della vittoria della destra, minaccia violentemente una persona, mentre dichiara orgogliosamente di non conoscerla e dimostra di parlare di un territorio di cui non sa nulla. Vedi, caro Scanzi, che esiste una paura ben peggiore della destra, che dovrebbe avere chi aspira a combattere la mala politica: è quella di perdere il coraggio e la determinazione di cambiare le cose. Mi dispiace se tu hai perso questo coraggio e questa determinazione”.

Non si è fatta attendere la replica di Antonella Laricchia, candidata 5 Stelle alla presidenza della Regione Puglia, dopo l’invito a votare Emiliano per le prossime regionali in Puglia, da parte del giornalista Andrea Scanzi del Fatto Quotidiano, rivolto agli elettori pentastellati.

“Se i cittadini mantengono la capacità di credere in ciò che è giusto, e non in ciò che è meno peggio (quando si riesce a identificare), superiamo finalmente questi Raffaele Fitto e Michele Emiliano, che tanti danni hanno creato, in egual misura, in Puglia. Per le persone come me, che ci credono, è solo questione di tempo – continua -. Anche a Marco Travaglio vorrei ricordare che, chi vuole opporsi alla mala politica, deve aprire gli occhi e, con onestà intellettuale, rendersi conto che anche il PD di Emiliano è stato finora mala politica”.

“Sarebbe bello che così non fosse, ma bisogna guardare in faccia la realtà. Senza paura. Senza scorciatoie. Senza false illusioni. A questa Regione servono persone che vedano la realtà per quella che è e che abbiano voglia di cambiare. La prossima occasione è il 20-21 settembre 2020 – spiega Laricchia -. È noioso citare i soliti sondaggi farlocchi (mi raccomando, mai citare quelli che ancora oggi danno una corsa a tre in Puglia, né lo scandalo emerso due giorni fa, sui tentativi di manipolazione dell’opinione pubblica attraverso i sondaggi, si rischierebbe di “fare informazione”!) e dimenticare i danni all’agricoltura pugliese, alla sanità e non vedere le candidature di destra, addirittura più estrema, nella coalizione di sinistra”.

“Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che sta garantendo una vera alternativa a quel passato disastroso rappresentato da Emiliano e Fitto, che su temi come lo scandalo della nuova sede del consiglio regionale, i tagli alla sanità e i disservizi dei Consorzi di Bonifica, hanno fatto le stesse identiche politiche e gli stessi identici danni – conclude -. Altro che voto disgiunto, l’elettorato del Movimento 5 Stelle Puglia mi voterà compatto. Spero che anche chi di sinistra o di destra, ma deluso da Emiliano e Fitto, decida di metterci alla prova, facendo loro il VOTO DISGIUNTO, PER ANTONELLA LARICCHIA PRESIDENTE, portando così un vero cambiamento nella nostra amata”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here