Sono 30 i seggi alla maggioranza, 20 quelli che spettano all’opposizione dopo lo spoglio che ha sancito la vittoria di Michele Emiliano nelle Regionali 2020.

La suddivisione dei nuovi eletti del Consiglio regionale della Puglia è già possibile visto che la percentuale della coalizione di centrosinistra, pari al 46,8%, è superiore al 40%. Questo implica l’assegnazione complessiva di 30 seggi.

I restanti 20 dell’opposizione saranno divisi tra il centrodestra e il Movimento 5 stelle. Alla coalizione di Fitto 14, 4 invece per i grillini.

A Bari non rientrano in Consiglio regionale l’attuale presidente del consiglio Mario Loizzo e l’assessore Gianni Giannini del Pd. Fuori anche l’ex vicepresidente Tonino Nunziante: Italia in Comune infatti non supera il quorum per circa 2.500 voti.

Eletti nel collego di Bari Lopalco nella lista Con Emiliano (14629), a capo della task force pugliese, assieme ad Anita Maurodinoia (19769) e Paolicelli (22931) del Partito Democratico.

In Consiglio siederà anche Gianni Stea per i Popolari con Emiliano, per il centrodestra si va verso la riconferma di Ignazio Zullo (9924) che supera il consigliere comunale di Bari Michele Picaro (7643 voti). Per la Lega entrerà Davide Bellomo (8583 voti) che batte di poco il vicepresidente del Consiglio comunale di Bari Fabio Romito (oltre 7900 voti).

Un seggio anche per Forza Italia con Stefano Lacatena (8811 voti), nel Movimento Cinque Stelle riconfermata Antonella Laricchia, prima con oltre 7646 preferenze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here