“Non solo idee e progetti futuribili, serve concretezza per fare economia ed evitare di tassare le famiglie più deboli”. Il candidato sindaco di centrodestra al Comune di Palo del Colle, carte alla mano spiega come evitare di aumentare l’addizionale irpef alle fasce di reddito fino ai 15mila euro e tra i 15mila e i 28mila euro.

“Basta sprechi a Palazzo di Città – dice – dobbiamo essere tutti più responsabili e vivere la casa di tutti come fosse nostra, a partire dalle buone prassi in fatto di consumo elettrico e nell’utilizzo del riscaldamento”.

Un altro modo per risparmiare ed annullare l’aumento dell’addizionale già disposto dal commissario prefettizio è l’intervento sul nucleo di valutazione. “Lo rendiamo monocratico – spiega Amendolara – in modo da avere un risparmio immediato di 30mila euro. Così come altre entrate arrivano senza dubbio sbloccando l’ufficio tecnico in modo da consentire anche lo sviluppo del paese”.

Un tassello importante per il futuro del paese è quello legato alla pianta del fabbisogno del personale. “Qualcuno la chiama ancora pianta organica – aggiunge il candidato del centrodestra – a testimonianza del fatto che non sa neppure di cosa parla. Bisogna intervenire prontamente rispetto a quello già disposto, a cominciare dalla stabilizzazione degli agenti della Polizia Locale part time. Non si può parlare di sicurezza senza intervenire in modo concreto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here