“Se venite in contatto con persone che vi promettono soldi o favori in cambio di voti, non esitate, qualunque sia il loro partito, qualunque sia il loro candidato: denunciateli. Ma non solo su Facebook o su Twitter. In procura. La pulizia della politica non si fa con i like, ma con le azioni concrete”. Un lungo post su facebook per rilanciare l’appello a sporgere denuncia, non solo sui social, ma alle Forze dell’ordine. Antonio Decaro torna su una questione già sollevata ormai due mesi fa.

“Il voto di scambio è una piaga seria – scrive il sindaco – è la rovina della buona politica. Non abbiate paura a denunciare, lo si può fare anche in forma anonima. E attenzione, perché il voto di scambio a volte si nasconde in manovre più occulte rispetto alla spudorata offerta di danaro”.

“Proprio ieri – scriveva un cittadino su facebook a inizio marzo – mi hanno chiesto di votare il signor de caro…in cambio di 50 euro…e se porto più di 20 persone…mi danno 5 euro per ognuna”. A due settimane dalle elezioni, Decaro è voluto ritornare sulla questione: “Quando mi succede di intercettare questo tipo di messaggi, scrivo al cittadino che una denuncia vaga su Facebook non serve a nulla se non ad alzare polveroni e ad alimentare chiacchiere. E mi propongo di accompagnarlo in procura a denunciare la persona che ha provato a comprare il suo voto. Purtroppo nessuno risponde positivamente”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here