Gioco d’azzardo, contro la piaga che getta nel baratro della disperazione tante famiglie e tanti poveri baresi, qualcosa nelle aule a Palazzo di Città si muove. La proposta del consigliere comunale di opposizione Giuseppe Carrieri che impegna il Sindaco a verificare la possibilità di introdurre esenzioni e riduzioni alla tassa dei rifiuti per i bar e le tabaccherie che dismettono nel 2019 apparecchi per il gioco d’azzardo, è stata votata all’unanimità nell’ultima seduta di Consiglio comunale.

“Abbiamo voluto alzare un velo su questa terribile criticità e dare un segnale concreto di lotta al gioco d’azzardo con questa misura – dice Carrieri – la ludopatia è infatti una piaga che a Bari attanaglia centinaia di famiglie, pensioni e retribuzioni vanno perdute nel gioco e nelle scommesse, con gravi conseguenze sociali sul benessere delle stesse”.

“Spero che il sindaco concretizzi velocemente l’indirizzo del consiglio, che ha all’ordine del giorno un intero regolamento, approntato da Forza Italia già alcuni anni fa, per limitare l’apertura di nuove sale da gioco d’azzardo nelle vicinanze di tutta una serie di luoghi sensibili come scuole e chiese,per esempio. Un regolamento – conclude Carrieri – che la maggioranza di centrosinistra al Comune di Bari non ci ha mai concesso di esaminare”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here