“L’ennesimo pasticcio di Decaro e della maggioranza di centrosinistra”. Giuseppe Carrieri e Domenico Di Paola commentano così la proposta di delibera per la revoca del bando per la gestione dello Stadio San Nicola, ormai da decenni gestito, in via provvisoria e in regimi di proroga, dalle varie società proprietarie della squadra di calcio, in violazione di tutta una serie di normative esistenti.

“Oggi  – fanno notare i consiglieri comunali – dopo 2 anni di atti amministrativi e decine di ore di consigli comunali, dopo aver speso migliaia di euro per consulenti e gare, dopo aver impiegato per decine di ore impiegati pubblici, Decaro e la sua maggioranza hanno presentato la proposta di delibera consiliare 2018/235/00020 di revoca della procedura di esternalizzazione della gestione dello stadio”.

“Insomma é stato tutto uno scherzo – attaccano i consiglieri – volevamo perdere un po’ di tempo, volevamo fare delle prove. Incredibile, ridicolo, se non fosse che nel frattempo lo stadio cade a pezzi. È insicuro ed è in condizioni di estremo degrado per una squadra che sta lottando per disputare il massimo campionato calcistico italiano”.

“Di fronte a tali pasticci e a tale incapacità – concludono Carrieri e Di Paola – chiederemo anzitutto all’Anac di esprimersi sulla legittimità della proposta revoca. Poi alla Corte dei Conti, di chiamare a rispondere personalmente i responsabili dei danni causati alle casse comunali per la perdita di tanti soldi e ore di lavoro”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here