Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera aperta firmata da Pasquale Di Rella, ex presidente del Consiglio Comunale di Bari; Giacomo Olivieri, ex consigliere regionale e presidente di Realtà Italia; Nicola Canonico, ex consigliere regionale e leader della Lista Canonico per Bari.

IL DOCUMENTO – Il 4 marzo ha dimostrato che in Puglia esiste una profonda spaccatura tra i cittadini e i partiti tradizionali. Il presidente della Regione, Michele Emiliano, non rappresenta più il punto di riferimento per coloro che hanno preso da tempo le distanze dai ‘contenitori’ politici classici del centrosinistra.

Emiliano, poi, è costantemente in dissenso con qualcuno e ciò inizia a stancare perfino chi lo ha aprioristicamente sostenuto fino a ieri. La classe dirigente locale del centrodestra, in particolare quella di Forza Italia, si è dimostrata incapace di approfittare della debolezza degli avversari storici, continuando a essere dilaniata da protagonismi personali, che non le consentono di costruire una credibile alternativa di governo regionale.

In questa situazione i cittadini hanno premiato la proposta politica nazionale elaborata dal Movimento 5 Stelle. Resta tuttavia il dubbio, avvalorato dai risultati delle elezioni in Lazio, che i 5 Stelle non siano in grado di intercettare identico consenso a livello locale.

Alla luce di tutto questo rivolgiamo un appello alle tantissime liste civiche presenti in Puglia, oltre che ai Consiglieri regionali, provinciali e comunali pugliesi che non si riconoscono più negli schemi politici del passato: diamo vita a un progetto politico federativo che rappresenti la ricchezza delle particolarità locali, ma anche la forza di un’unione che aggreghi dalla Capitanata al Salento.

Noi stiamo sperimentando questo progetto politico a Bari e ci misureremo alla prossime elezioni comunali del 2019, ma siamo determinati nel voler interagire con altri che, come noi, credano di poter formulare insieme un programma ed una proposta politica ‘alternativa’ da offrire ai pugliesi nel 2020.

Per contatti: Pasquale Di Rella (p.dirella@libero.it), Giacomo Olivieri (realtaitalia@libero.it), Nicola Canonico (lista.canonico@libero.it)

print

1 COMMENTO

  1. Emiliano ha i suoi sostenitori dalla sua parte e sono tantissimi fatevene una ragione,purtroppo pure i figli che sono della stessa pancia non sono tutti una mente figuriamoci ora tra estranei!!Forza Michele.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here