In apertura del Consiglio Comunale monotematico sull’inceneritore, il consigliere comunale Fabio Romito chiede un minuto di silenzio per onorare i Martiri delle Foibe, il cui memoriale è fissato il 10 febbraio di ogni anno.

Consiglieri e assessori presenti nell’Aula Dalfino si alzano in segno di rispetto, ad eccezione di uno. Si tratta di Fabio Losito, oggi nel Partito Democratico dopo una lunga trafila nel Partito Comunista e in SEL.

“Per la cronaca – spiega Romito – è rientrato in Aula appena terminato il minuto di silenzio”. Se davvero Losito non avesse voluto rispettare il minuto di silenzio si tratterebbe di un caso che farà certamente discutere.

“Chiedo pubblicamente al collega Losito – tuona Fabio Romito – di giustificare e spiegare la sua assenza o di assumersi le proprie responsabilità, dichiarando di non voler onorare i martiri italiani dando così fiato a tutti coloro i quali ancora oggi vilipendono e massacrano la memoria di questi martiri”.

print

2 COMMENTI

  1. Ma i comunisti non sono persone normali !!! La storia e piena di nefandezze targate PCI, ma non si devono raccontare. Ecco perché da sempre sostengo che con i comunisti non si dialoga. SI ODIANO E SI COMBATTONO E BASTA !!! Quando si giunge a vilipendere gente incolpevole ammazzata in maniera che più bestiale e cinica non poteva essere e soprattutto senza un benché plausibile motivo, ogni dialogo è precluso. Ma il bello è (si fa per dire) che proprio i comunisti sono i più severi accusatori dei “fascisti”. Inutile dire che i fascisti sono tutti quelli che non stanno dalla loro parte !!!SE NON SONO UN CANCRO DELLA SOCIETA’ QUESTùE PERSONE, ALLORA IL CANCRO NON ESISTE !!!!!!!!!!

  2. La risposta è abbastanza ovvia: Losito occupa un posto che non gli compete. E’ il rappresentante di non si capisce quale corrente (dice PD) ma si comporta in maniera del tutto autonoma seguendo le sue personali idee e soprattutto antipatie/simpatie. Un musicista che improvvisamente si ritrova in consiglio comunale grazie alle dimissioni di Brandi. Che vergogna!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here