Presidente Emiliano tiri fuori gli attributi e lo faccia dando subito un governo alla Regione. Dimostri, prima che sia troppo tardi, prima che inizi la trasformazione del politico in politicante, che le promesse fatte in campagna elettorale non sono quelle di un marinaio. Presidente, rimetta il distintivo da sceriffo che si è autoappuntato sul petto quando era sindaco di Bari e faccia partire il cambiamento, convincendo del contrario anche chi pensa che la Puglia sia solo una Sagra da esibire d’estate.

Per ora è tutto fermo e all’orizzante non si vedono scelte coraggiose, decisioni in grado di rendere soddisfatto chi l’ha votata solo perché la concorrenza, sul più bello della corsa, ha scelto di autodistruggersi. Dalla nomina ad addetto stampa della sua compagna e da tutte le altre nomine fiduciarie è passato troppo tempo. Ora bisogna guadagnarsi la fiducia dei pugliesi, anche di quelli di Uggiano la Chiesa, che hanno barrato il suo nome sulla scheda pur non sapendo che faccia avesse.

La pausa estiva non è un’attenuante, seppure le riunioni aumma aumma continuano senza sosta. Dovessimo darle adesso un voto sarebbe una bocciatura. I grillini non avevano certo l’esperianza necessaria, ma anche a loro pare siano state date rassicurazioni finite nel calderone della spartizione vecchia maniera delle poltrone. Non è solo un’impressionde di quei “maledetti” cittadini qualunque. Non mettere nessuno dei 5 Stelle a garanzia del suo operato è stata una cantonata. Assegni le quattro deleghe assessorili che conserva ancora per sé, tutte importanti come quella all’Ambiente.

In questi giorni è circolato il nome dell’ex Prefetto di Bari Antonio Nunziante. Potrebbe essere la persona giusta. Non ha incompatibilità. Avendo servito a lungo lo Stato potrebbe persino accettare, nonostante il clima tesissimo che si respira nei corridoi del palazzo sul Lungomare. La storiaccia dell’Ilva, la contestata gestione dei rifiuti avrenno certamente delle ripercussioni. Secondo alcune indiscrezioni potrebbero esserci presto novità importanti, di quelle che scuotono l’intero sistema regionale. Per quanto ci riguarda il periodo del rodaggio è finito.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here