foto di repertorio

Dopo gli ultimi fatti di cronaca circa le accuse di voto di scambio e di reclutamento di rappresentanti di lista, il questore di Bari, Antonio De Iesu, pare non voler lasciare unlla al caso e, per il controllo delle sedi di voto per il prossimo 31 maggio, ha dato disposizioni speciali. Ogni scuola che ospiterà i seggi sarà presidiata da due agenti di polizia collegati direttamente con l’ufficio di gabinetto del questore. In caso di eventi particolari, l’ufficio provvederà a inviare presso la scuola un team di agenti Digos specializzato in materia elettorale per gestire la situazione.

Disposizioni sono state prese anche per i rappresentanti di lista che non potranno votare nella sezione presso cui saranno registrati per svolgere il loro compito. Metodo questo adottato per impedire il controllo del loro voto da parte dei candidati.