Dieci anni da Sindaco e sentirne già nostalgia. Due mandati alle spalle e la testa già alla prossima competizione regionale, in cui più o meno tutto il suo partito (il PD) lo vorrebbe candidato unico di coalizione, senza passare dalle primarie. Il congedo dalla sua carica istituzionale non poteva ridursi a un commosso amarcord e ad un affettuoso buon lavoro al suo delfino e successore, Antonio Decaro.

Lo staff della comunicazione ha preparato un sito, collegato a quello istituzionale del comune, in cui è possibile rintracciare tutto quanto è stato fatto negli ultimi cinque anni dall’amministrazione uscente. Uno strumento di consultazione e ricapitolazione che la nostra redazione sta esaminando con grande attenzione e a cui presto dedicheremo un’analisi.

Non potrà realizzare il suo sogno (“vorrei fare il sindaco di Bari a vita” ha detto più volte nel corso dei suoi mandati) ma certo Emiliano non lascia la politica. Anzi, raddoppia il suo impegno perchè la scadenza regionale ormai è arrivata e ci sarà appena il tempo per capire se e quando si faranno le primarie di coalizione.

E sulle primarie le fibrillazioni sono diverse: intanto se la coalizione c’è davvero o passeranno le tesi di chi vorrebbe limitarle al PD e SEL. Non è un problema da poco ed Emiliano lo sa. Ma almeno fino a lunedì prossimo, ci è sembrato di capire, quando ci sarà l’investitura ufficiale di Antonio Decaro,  c’è tutto il tempo per digerire la nostalgia di quello che è finito e pensare alla grinta necessaria per la prossima battaglia campale del Gladiatore.

print

6 COMMENTI

  1. Il progetto del sito web è stato curato da @FF3300 (www.ff3300.com) in collaborazione con degli sviluppatori informatici coordinati da Pasquale Luisi. Lo staff comunicazione dell’ EX-sindaco (istituzionale) coordinava il lavoro redazionale. Occorre fare un distinguo tra chi ha realizzato la piattaforma e lo staff comunicazione dell’EX-sindaco. Sono due cose diverse. Guai a fare confusione. Grazie.

  2. Gentile dottor Tartaglia, la ringraziamo della precisazione di cui faremo adeguato tesoro. Approfittiamo della sua disponibilità per chiedere quanto è costato al Comune di Bari, progettare, realizzare, riempire di contenuti, indicizzare e mettere in rete il sito in questione. grazie, la redazione

  3. Il glaudiatore di m…. lo puo fare solo con i suoi simili Vili e disonesti che sono stati in questi anni. A spese dei cittadini.

  4. la gara era una procedura economica per ribasso, con base d’asta 10.000 €.

  5. Base d’asta 10 mila euro. Ok. E a quanto è stato assegnato poi l’appalto? In altre parole, quanto è effettivamente assegnato, visto che era al ribasso? Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here