La decisione del presidente Introna è stata presa al fine di tutelare il personale, attraverso l’attuazione di  sistemi di sicurezza. In questo modo, si potranno prevenire episodi dolorosi come quello accaduto a Perugia, dove due impiegate della Regione hanno perso la vita, uccise da due colpi di pistola.

Un imprenditore di 43 anni infatti il 6 marzo scorso fece irruzione negli uffici della Regione Umbria urlando “ Mi avete rovinato la vita”, sparando prima due colpi in aria e in seguito puntando il grilletto verso le due impiegate. L’uomo, titolare di un’agenzia di formazione, denunciava un sistema di accreditamento che aveva bloccato un finanziamento di circa 100 mila euro destinato alla sua agenzia.

27 Marzo 2013

Claudia Caiati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here