“È assolutamente possibili sedersi al tavolo col proprietario del locale e rinegoziare il canone di locazione, lo dice il Giudice, ci sono già delle pronunce in tal senso. Se questo non è possibile, si può passare al livello successivo, che quello di rivolgersi a un mediatore, se neanche questo è possibile, l’ultima strada è il ricorso al Giudice”. L’avvocato Giuseppe Carrieri è molto chiaro, parliamo di crisi del commercio e del conflitto, ulteriormente inaspritosi, tra titolari di attività e proprietari dei locali.

“Sarà il Giudice – spiega Carrieri – a decidere quanto e in che misura il canone di locazione dovrà essere ridotto, ma oggi è possibile ottenere una forte riduzione dei canoni di locazione degli esercizi commerciali”.

“L’affitto è uno dei tanti costi che grava su tutte le imprese – evidenzia – siano pub, ristoranti, palestre, agenzie turistiche, tra quelle che hanno avuto una forte riduzione del fatturato; più questo si abbassa, più è possibile ottenere la riduzione del canone, che è cosa ben diversa dal credito d’imposta che le imprese hanno avuto dallo Stato per compensare le perdite. Si possono ottenere entrambe”.

“Altro costo è la Tari – sottolinea  –  e su questo sarebbe il caso che i Comuni intervenissero, gli esercizi commerciali sono stati chiusi, ma da ottobre, novembre, ci sono state altre forti riduzioni; è importantissimo essere vicini ai commerciati e praticare uno sconto anche su queste tariffe”.

“Il covid non è colpa di nessuno; con le limitazioni imposte dallo Stato, stante la situazione che si è venuta a creare ora, diversa da quella rispetto a quando si è firmato il contratto, ci sono le condizioni per sedersi attorno a un tavolo per ottenere delle importanti riduzioni. Il consiglio è quello di non rimanere inerti”.

“Tanti professionisti hanno deciso di accompagnare chi intraprende questo percorso, condividendo gli oneri e speriamo anche gli onori. A risultato finale – conclude Carrieri -, quando veramente in tasca ci sarà un risultato finale, in quel caso, solo allora sarà chiesto il compenso secondo le tariffe professionali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here