È molto probabile che l’estate 2020 vedrà scemare, in termini mai registrati fino ad ora, il turismo straniero che tanta gloria ha portato al comparto vacanziero nell’ultimo decennio, a causa delle restrizioni negli spostamenti per evitare nuove rimonte del Covid 19.

Lo scenario che si profila, secondo gli esperti del settore, porta ad ipotizzare che sarà il turismo di prossimità quello che porterà le località balneari, di montagna, i borghi antichi e i luoghi a vocazione culturale, a ripopolarsi di viaggiatori. I viaggi verso l’estero, per un po’ di tempo, saranno accantonati in attesa di maggiore sicurezza e più libertà d’azione.

Molte aziende italiane che in passato hanno gratificato con viaggi premio verso l’estero i dipendenti più virtuosi, invertiranno la rotta, sceglieranno le destinazioni di casa nostra. È il caso di Biosalus, l’azienda barese che commercializza purificatori d’aria e d’acqua presente in tutta Italia, che ha sancito un’intesa con Assohotel Puglia Confesercenti per riscoprire i luoghi di vacanza pugliesi.

“L’accordo – spiega Francesco De Carlo, vice presidente nazionale Assohotel Confesercenti – punta a valorizzare nella prima fase le strutture turistiche pugliesi e appena sarà possibile, anche altre strutture italiane, in grave crisi per l’emergenza Covid 19. Essere scelte da un’azienda come Biosalus che conta molte sedi in Italia e centinaia di dipendenti, rappresenta un valore doppio: per chi sceglie di rimanere in Puglia e in Italia, valorizzando la nostra meravigliosa terra, e per chi offre ospitalità di qualità, come le innumerevoli strutture ricettive del sistema Assohotel dislocate sull’intero territorio nazionale. Auspichiamo che altre aziende seguano l’esempio di Biosalus perché darebbe un impulso alla ripresa del comparto dell’hotellerie pugliese e italiana”.

‘Viviamo tutti un momento molto complicato – aggiunge Mauro Messina, brand owner di Biosalus -, ma sono convinto che se ognuno facesse la propria parte l’Italia avrebbe le forze necessarie per risollevarsi e ripartire. Con l’arrivo dell’estate abbiamo pensato che il settore da sostenere più di ogni altro è quello del turismo. Da qui parte l’idea condivisa da Assohtel Confersercenti di premiare i nostri migliori dipendenti con vacanze in Italia e non all’estero come fatto finora”.

“Partiremo dalla Puglia, la mia terra, ma contiamo di toccare almeno altre tre località italiane, da nord a sud. Sono tante le imprese, ognuna nelle proprie possibilità, che potrebbero aderire all’iniziativa – conclude-. Il Coronavirus è stato per tutti un banco di prova senza precedenti che ha consentito di testare la solidità del sistema industriale italiano. Ora rialziamoci e pensiamo al futuro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here